I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni

IO ROBOT VS VIP, UNA BATTAGLIA EPICA SUI SOCIAL

Distinguere una macchina da un essere umano in futuro sarà sempre più difficile. È questo il dilemma etico principale che si trova a dover affrontare il genere umano. L’intelligenza artificiale sta penetrando anche all’interno della logica dei social network, una minaccia cosmica che ha un nome semplice ed indifeso, solo all’apparenza, BOT. Si tratta di veri e propri algoritmi in grado di analizzare e comprendere il linguaggio umano ed interagire con esso. Grazie al machine learning imparano dai loro errori e migliorano apprendendo come si comportano gli esseri umani in modo da essere sempre più esatti e precisi. Sono ormai anni che i bot vengono utilizzati sui social network per conquistare Mi Piace, interagire con puntualità e fare tutto quello che un profilo “vero” farebbe. Ci sono social come Twitter che hanno ingaggiato una battaglia contro l’uso smodato di questo tipo di programmi, tacciati come colpevoli nel lanciare notizie false e generare panico virtuale.

Una recente ricerca dell’Università di Cambridge, però, ha utilizzato proprio Twitter per fare una ricerca che ha scoperto qualcosa di eclatante: gli account dei vip si comportano come i bot. Infatti anche se si stima che su Twitter gli account bot siano tra il 40 e il 60%, c’è chi riesce a batterli sul tempo e a creare più coinvolgimento. C’è da dire che non sempre sono usati con scopi malefici: spesso li usano grandi network come la CNN per condividere automaticamente le centinaia di news che rilanciano ogni giorno. Se però li si confronta agli account dei vip veri, pare che neanche i bot riescano a stare al passo. Si parla di quegli account di persone famose con più di 10.000 followers che registrano 19 volte più like e 10 volte più retweet di quelli gestiti dai bot. Se le conversazioni sono più strutturate, infatti, per i bot risulta difficile seguirle e interagire. La verifica di account veri e bot è stata fatta dai ricercatori con un algoritmo e anche manualmente analizzando 3.535 account di cui 1.525 sono stati classificati come bot e 2.010 come umani. Insomma nella battaglia esistenziale gli umani raggiungono una prima vittoria, ma chi vincerà la guerra dei mondi virtuale vs reale?

Licenza Creative Commons

Scrivi un commento

Iscriviti Top
Licenza Creative Commons