I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni

SANREMO 2018, IL FESTIVAL DEGLI HASHTAG

A distanza di tre giorni dalla prima serata di Sanremo 2018, la rete continua a popolarsi di spunti interessanti tradotti in hashtag che raggiungono alti livelli di diffusione (e non solo in Italia).

La famosa kermesse canora, giunta quest’anno alla sua 68esima edizione, si è aperta lo scorso 6 febbraio con un riscontro particolarmente positivo sul fronte del coinvolgimento e della partecipazione social.  

Al classico #Sanremo2018, si sono presto aggiunti hashtag dal tono più ironico e dissacrante, legati soprattutto alla presunta “ringiovanita” immagine di Claudio #Baglioni (protagonista anche di simpatici meme in cui è paragonato a #Ken). Ecco, quindi, che si trova #Baglioni cosparso di #botulino, #plastic e #botox.

Decisamente più serio e dalla finalità più nobile è l’hashtag lanciato da Michelle #Hunziker per sensibilizzare artisti e spettatori sul tema della violenza sulle donne: #iosonoqui è stato accompagnato dai fiori di Sanremo che anche i giornalisti hanno indossato come spilla in segno di supporto all’iniziativa.

Ma al di là dell’umorismo sugli ospiti italiani e internazionali che hanno calcato il palco ligure, al di là degli accostamenti satirici rispetto ai conduttori, al di là delle battute che hanno varcato i confini social per ironizzare sui cantanti in gara…spicca una chiara dichiarazione d’intenti: #iostoconMetaMoro. Un vero e proprio caso che ha portato l’hashtag in prima posizione fra i trend topic d’Italia (e in quinta posizione fra quelli del mondo).

La mobilitazione in difesa della canzone “Non mi avete fatto niente”, nei confronti della quale si erano mosse accuse di plagio, testimonia una particolare devozione del popolo social sia verso gli artisti Ermal Meta e Fabrizio Moro, sia verso il profondo significato del testo, in cui soprattutto i giovani si sono particolarmente riconosciuti. Il caso è ora rientrato e chissà…probabilmente parte del merito va anche a tale atteggiamento di solidarietà amplificato dai social.

La terza serata, come le precedenti, si è contraddistinta per una notevole diffusione di hashtag legati soprattutto all’imbarazzo di Pierfrancesco #Favino dinanzi alla vertiginosa scollatura di Noemi e alle super esibizioni di Giorgia, Gino Paoli, Danilo Rea, Virginia Raffaele, James Tylor, Nino Frassica, Claudio Santamaria e Claudia Pandolfi. Tra sketch a sorpresa e siparietti programmati, tra #gnigni e imitazioni, il popolo del web ha avuto materiale sufficiente per commentare e dare libero sfogo alla fantasia.

E c’è ancora da cantare…o meglio…da cinguettare!

 

Licenza Creative Commons

Scrivi un commento

Iscriviti Top
Licenza Creative Commons